SEI IN > VIVERE TREVISO > CRONACA
articolo

Trovata dai Carabinieri a Casale sul Sile la "Monkey Dust" la droga degli zombie

2' di lettura
66

Un 49enne di Casale sul Sile e un 26enne di Mogliano fermati dai Carabinieri con la "Monkey Dust" la terribile "polvere di scimmia" una droga sintetica che crea paranoia e comportamenti violenti. Denunciati e poi rilasciati a piede libero dopo l'interrogatorio da parte del Giudice. Inizia male la battaglia contro le nuove droghe

In foto tre giovani Londinesi sotto gli effetti delle nuove droghe sintetiche che trasformano chi le assume in zombie, con gravi danni permanenti alle capacità psicomotorie. Se non saranno contrastate, queste droghe invaderanno anche le piazze italiane e scene come questa saranno all'ordine del giorno anche nelle nostre città.

I Carabinieri agiscono con efficacia, ma non sempre il finale premia le loro fatiche. Da tempo i Carabinieri stavano pedinando un 49enne già noto per i suoi precedenti e un 26enne. La sera di venerdì 19 aprile i militari hanno deciso di fermare i due e all'interno della loro auto hanno trovato dieci grammi di “Monkey Dust” e molti flaconi di una miscela contenente nitrile.

Indipendentemente dalla quantità, questa è la prova che le droghe sintetiche sono arrivate e presto si diffonderanno tra i giovani, andando in parte a sostituire le droghe tradizionali a causa del basso costo e degli effetti micidiali e prolungati nel tempo. Che cos'è la “Monkey Dust” detta anche “polvere di scimmia” oppure “polvere di zombie” ? E' una sostanza sintetica composta da diversi catinoni che la rendono simile alle anfetamine, ma molto più potente. Cosa produce ? Un'accelerazione spasmodica dei messaggi tra il cervello e il corpo, con allucinazioni, deliri di onnipotenza, assoluta non percezione del pericolo e aumento fortissimo dell'aggressività fisica.

In Inghilterra dove è stata inventata, viene venduta a 20 sterline che corrispondono a 23 euro al grammo. Un prezzo bassissimo e allettante per molti giovani sciagurati. Gli effetti sono simili alla cocaina e all'Mdma e i consumatori la possono: sniffare, iniettare o fumare, con effetti diversi ma ugualmente terribili.



Questo è un articolo pubblicato il 20-04-2024 alle 15:44 sul giornale del 21 aprile 2024 - 66 letture






qrcode